• Facebook - White Circle

PROGETTI

 
I PROGETTI DELL'ANNO ROTARIANO 2015-2016
FOOD MOOD: NOI E IL CIBO.

 

Il Rotary Cuorgnè e Canavese organizza un concorso fotografico studiato per i giovani. Partecipazione al concorso aperta a tutti i fotografi non professionisti, appartenenti alle scuole medie superiori e inferiori e a tutti i soci rotariani, rotaractiani e socie dell’Inner Wheel.

Il tema è il cibo. Il concorso, attraverso il linguaggio fotografico, vuole trasportare i giovani partecipanti in un gioco, alla scoperta del rapporto tra noi stessi ed il cibo, come momento di incontro e convivialità; nutrirsi non è soltanto un necessario atto quotidiano, ma anche un rituale comunitario, un’occasione di coversazione e di condivisione. Inoltre, come suggerito dal tema Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il cibo è anche al centro di un dibattito globale sul diritto ad un’alimentazione sana e accessibile a tutti gli abitanti della terra.

Obiettivo del concorso è anche affrontare, attraverso le immagini, il rapporto tra l’alimentazione e le dimensioni di uno sviluppo accettabile dal punto di vista ambientale, sociale, economico e volto ad una riduzione degli sprechi. I premi per i vincitori sono una copia stampata della loro opera, il catalogo del concorso e la possibilità di partecipare ad una giornata di workshop fotografico curato direttamente dai fotografi professionisti appartenenti alla commissione giudicante

 

CAMPUS 2016.

 

A Noli, alla Casa del mare della Congregazione delle Suore di Maria Santissima Immacolata, i rotariani del Distretto 2031 si mettono in campo per promuovere informazione, solidarietà e conoscenza del mondo dell’handicap. Rivolto ad un’utenza con disabilità medio-alta, in prevalenza giovane (15-50 anni), il Campus ha visto negli anni aumentare le richieste di partecipazione, fino a raggiungere nelle ultime edizioni il ragguardevole traguardo di quasi sessanta ospiti. Il reclutamento avviene tramite le Assistenti sociali delle scuole o per conoscenza personale. La settimana di impegno personale, fatta di Amicizia e Servizio, di chi al Campus dimentica il suo ruolo nella società e viene a dare la sua disponibilità per aiutare i ragazzi ad uscire dai loro problemi e ritrovare quella fiducia in se stessi che hanno perduto. 

 

 

 

PREVENZIONE ODONTOIATRICA

 

Il Rotary Cuorgnè e Canavese partecipa ad un progetto prevenzione studiato per i giovanissimi. Il Progetto, rivolto agli alunni della 1° e 2° elementare e dell’ ultimo anno delle scuole materne del Territorio canavesano, si avvale della collaborazione e disponibilità dei Medici odontoiatri dello Clinica Dentale Dr. Romagnoli di Valperga. Il Dr. Romagnoli è socio del nostro club. A titolo totalmente gratuito i Medici incontrano gli alunni nelle loro classi e con l’ ausilio di supporti audiovisivi e giochi, forniscono nozioni sui denti, sullenorme di igiene orale e su una corretta alimentazione.

Vengono regalati ai bambini gli strumenti ( spazzolino pediatrico, dentifricio al fluoro, clessidra) per mettere in pratica a casa le raccomandazioni ricevute. Con l’ autorizzazione dei genitori i piccoli pazienti vengono sottoposti a visita odontoiatrica di controllo nei locali della scuola e viene loro rilasciata una scheda clinica che segnala le problematiche riscontrate.

 

 

PROGETTO ART PRIZE CBM - III Ed. 2015-2016 

 

Il Rotary Cuorgnè e Canavese partecipa alla terza edizione di Art Prize CBM, Carlo Bonatto Minella. Il Premio Biennale Carlo Bonatto Minella è nato nel 2011 per ricordare Carlo Bonatto Minella, talentuoso studente dell’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino che visse nel XIX Secolo e che, dimenticato per molti anni, rivive oggi come momento di riflessione per comprendere e per dare sostegno alle nuove generazioni. Si tratta di un premio biennale per pittori, scultori, fotografi promosso ed organizzato da Areacreativa42 e dalla sua presidente Karin Reisovà.

Un grande successo per l’Art Prize CBM, III edizione, che si svolge tra Rivarolo,, Torino Praga e Londra. Alla cerimonia di premiazione di sabato 17 ottobre sono stati premiati artisti provenienti dalla Colombia, Belgio, Austria, Repubblica Ceca, Cina, Bielorussia e naturalmente Italia, autori di opere di alta qualità ed innovativa ricerca artistica.

Il Premio si è svolto in un clima di positivo interscambio culturale, obiettivo fondamentale per Areacreativa42 che, credendo fortemente in questo progetto, ne vede la crescita edizione per edizione con un forte interesse internazionale.

1174 opere di artisti provenienti da 46 Paesi diversi sono state sottoposte ad una giuria internazionale, presieduta da Karin Reisovà.

L’obiettivo di internazionalità è stato pienamente raggiunto ed ancor più quello della qualità artistica, della ricerca e differenziazione stilistica. Allo stesso tempo lo scopo imprescindibile del sostegno agli artisti e dell’aiuto nella valorizzazione dei loro lavori verrà realizzato anche attraverso le preziose collaborazioni con le sedi estere, che garantiranno una visibilità oltre confine.

I candidati, divisi in categorie Under 30 e Over 30 anni, sono stati invitati a riflettere su indicazione del direttore artistico Antonio d’Amico sul tema “Spazi. Dentro e fuori i limiti”, ispirato dall’opera La religione dei trapassati di Carlo Bonatto Minella.

La cerimonia di premiazione e l’inaugurazione delle mostre da dicembre  si sposteranno nelle sedi estere: la Art Salons S Gallery di Praga, con sede nella famosa Casa Danzante di Frank Gehry, la NoD Gallery di Praga e la Christine Park Gallery di Londra.

 

PROGETTO SCREENING PROSTATICO

 

Negli anni recenti le principali Linee Guida delle Società Scientifiche Internazionali e nazionali si sono pronunciate contro gli screening sistematici basati sul dosaggio del PSA (antigene prostatico specifico) che, seppur riducendo lievemente la mortalità cancro-specifica, hanno per contro portato al riscontro di tumori di prostata che nel 50% dei casi non sarebbero destinati a ridurre né quantità né qualità di vita (sovradiagnosi); nonostante ciò, la maggioranza dei pazienti vengono avviati a trattamenti attivi chirurgici e/o radioterapici potenzialmente forieri di complicanze rilevanti, con rischio di sovratrattamento. Le Linee Guida inoltre concordemente sottolineano la necessità di spiegare al paziente pro e contro del dosaggio del PSA, per ottenere un consenso realmente informato e condividere la scelta diagnostica. E’ auspicabile che il lavoro sin qui svolto possa rappresentare il primo passo di un’opera più vasta, che veda coinvolti gli stessi cittadini utenti in un’azione di informazione e di educazione sanitaria, che li possa portare a decisioni sempre più consapevoli nelle scelte di salute. Per questa opera di divulgazione il Rotary Club Cuorgnè e Canavese, da sempre sensibile alla tutela della salute, è impegnato nel supporto al progetto di screening del prof. Annoscia.

 

 

CONCERTO DEL CORO POLIFONICO CITTA' DI RIVAROLO CANAVESE

 

Il Rotary Club Cuorgnè e Canavese organizza il 3 dicembre 2015, Chiesa di S.Michele in Rivarolo un concerto del Coro Polifonico Città di Rivarolo. Il concerto è desginato a fini fund raising a favore del fondo Caritas per l’acquisto di materiale scolastico per alunni e famiglie che ne fanno richiesta. Il Coro Polifonico Città di Rivarolo Canavese nasce nel 1972 dall’iniziativa dell’allora sindaco della città, rag. Giuseppe Ponchia. Costituito con l’intento di mantenere vive le tradizioni del canto popolare, ha maturato nel tempo una professionalità che lo ha portato a presentare un repertorio sempre più vasto ed impegnativo, che spazia dalla musica classica alla moderna, dalla sacra alla profana con accompagnamento strumentale di pianoforte, organo o orchestra oppure con esecuzioni a cappella. Il complesso vocale è composto da circa 40 elementi suddivisi nelle quattro voci: soprani, contralti, tenori e bassi. Negli ultimi anni, sotto l’esperta guida di Maria Grazia Laino il Coro Polifonico ha continuato il processo di miglioramento impostato sul perfezionamento della vocalità che ha permesso di affrontare brani impegnativi anche con l’accompagnamento di complessi strumentali e orchestre sinfoniche quali l’Orchestra Classica di Alessandria, l’orchestra  Sinfonica di Stato di Bacau e la Camerata Strumentale Pressenda.

 

 

PROGETTO DIPENDENZE

 

Il Rotary Club Cuorgnè e Canavese, costantemente attento a temi di interesse per le scuole, stabilisce un contributo per un "service" che si pone come obiettivo conoscenza e riflessione sulle potenziali dipendenze causate dall’uso improprio di strumenti multimediali e dall’uso ed abuso di sostanze psicotrope.

I soggetti a cui è rivolto il service sono inizialmente gli alunni della scuola secondaria di Vico Canavese. Il “service” prevede una programmazione differenziata per le classi prime, seconde, terze delle scuole secondarie e per le quarte e quinte della scuola primaria, viste queste ultime come propedeutiche al percorso della scuola secondaria.

E’ previsto un momento di incontro e scambio tra le famiglie degli allievi della scuola media e gli operatori che realizzeranno il progetto a scuola. Un incontro da programmare e considerare come conclusione del progetto, un prezioso momento di condivisione che permetterà alle famiglie di intervenire con domande o dubbi oppure anche solo per conoscere i risultati delle attività svolte con i ragazzi. Il progetto è condotto in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Vistrorio, dirigente la dott.ssa Roberta Teresa Subrizi.

 

 

CRESCERE INSIEME A GALYIE ROGDA

 

Un progetto del Rotary Club Cuorgnè e Canavese.

Galyie Rogda è un piccolo agglomerato in Etiopia. Si trova a 250 km circa da Addis Abeba in direzione Sud - Ovest nella Regione del Guraghe.

In questo piccolo agglomerato è presente, da Settembre 2015, la Scuola Materna, gestita dalle Suore della Congregazione Sorelle di Sant’Anna e costruita grazie al contributo della Fondazione FREM. La creazione della Scuola Materna, non prevista dal piano di Educazione Governativo, è fondamentale, perché accoglie i bambini dai 3 ai 6 anni, offrendo loro una educazione igienica e scolastica, cibo, che per alcuni costituisce l’unico pasto dell’intera giornata.

Sister Teresa, Direttrice della scuola e Responsabile della gestione e dei programmi educativi, insieme a due maestre e tre assistenti, coordina circa 220 bambini.

La Scuola Materna è stata solo l’inizio poiché la Fondazione FREM ha in progetto di costruire altre aule per le Scuole Elementari.

F.R.E.M. “adotta “un progetto l’anno, seguendone attivamente lo sviluppo per gestire al meglio le risorse disponibili e assicurarsi che arrivino a destinazione.  F.R.E.M. ha operato e sta operando prevalentemente in Africa, in particolare in Repubblica Democratica Centrafricana, Tanzania, Uganda ed Etiopia.

Il progetto Crescere insieme a Galyie Rogda, particolarmente caro alla Fondazione, vede come madrine, sostenitrici ed indispensabili collaboratrici la Dottoressa Silvia Gambotto PHF Rotary Club Cuorgnè e Canavese, Medico Pediatra, Ilaria Serena, già membro della fondazione Frem  e Valentina Bausano Presidente Rotary Club Cuorgnè e Canavese 2015/2016.